Cheratosi Attinica

Che cos'è, quali sono le cause, come prevenirla, quali sono le cure della cheratosi attinica?

Che cos’è

Che cos’è la cheratosi attinica? Come e quando e dove si presenta?

LEGGI

Sintomi

Quali sono i sintomi della cheratosi attinica? Come riconoscerla?

LEGGI

Fattori di rischio

Quali sono i fattori di rischio, che probabilità ho di soffrirne?

LEGGI

Prevenzione

È possibile prevenire la cheratosi attinica?

LEGGI

Cura

Si può curare la cheratosi attinica? Quali sono le cure?

LEGGI

Che cos’è la cheratosi attinica?

Le cheratosi attiniche, conosciute anche come cheratosi solari, sono macchie ruvide della pelle causate da danni provocati da anni di esposizione al sole. Di solito non rappresentano un problema serio e possono scomparire da sole, ma è importante farle controllare perché c’è la possibilità che si trasformino in tumori della pelle.

LEGGI TUTTO

Sintomi della cheratosi attinica

I segni e i sintomi di una cheratosi attinica includono: macchie di pelle ruvida, secca o squamosa, di solito di diametro inferiore a 2,5 centimetri; chiazza piatta o leggermente sollevata sullo strato superiore della pelle; in alcuni casi, una superficie dura, simile a una verruca; colore vario tipo rosa, rosso o marrone; prurito o bruciore nella zona interessata. LEGGI TUTTO

CHERATOSI ATTINICA

Fattori di rischio

Chiunque può sviluppare cheratosi attiniche, ma si hanno maggiori probabilità di sviluppare la patologia: dopo i 40 anni; se si vive in un clima soleggiato; se si ha un’esposizione al sole frequente o intensa o in caso di scottature da sole; se si hanno capelli rossi o biondi e occhi blu o chiari; se si tende ad avere le lentiggini o ci si brucia se esposti al sole; se si ha una familiarità con la cheratosi attinica o con il tumore della pelle; se si ha un sistema immunitario indebolito in seguito a chemioterapia, leucemia, AIDS o farmaci per il trapianto di organi. LEGGI TUTTO

CHERATOSI ATTINICA

Prevenzione

La prevenzione delle cheratosi attiniche è importante perché questa patologia può precedere il cancro o essere una forma precoce di tumore della pelle.

È di fondamentale importanza esporsi al sole in completa sicurezza per prevenire lo sviluppo e la recidiva di patch e macchie di cheratosi attinica.

È altamente consigliato adottare queste precauzioni per proteggere la pelle dal sole: Limitare il tempo di esposizione al sole. Soprattutto evitare gli orari tra le 10:00 e le 14:00. Ed evitare di stare al sole troppo a lungo per evitare scottature ma anche l’abbronzatura. Entrambi causano danni alla pelle che possono aumentare il rischio di sviluppare cheratosi attiniche e cancro della pelle. Anche l’esposizione al sole accumulata nel tempo può causare cheratosi attiniche. Usare la protezione solare. L’uso quotidiano della crema solare riduce lo sviluppo delle cheratosi attiniche. Prima di passare del tempo all’aria aperta, applicare una crema solare ad ampio spettro, con un fattore di protezione solare (SPF) di almeno 15.  L’American Academy of Dermatology raccomanda l’uso di una crema solare resistente all’acqua ad ampio spettro con un fattore di protezione minimo di almeno 30. Usare la protezione solare su tutta la pelle esposta al sole e usare il balsamo per le labbra con schermo solare. Applicare la protezione solare 15 minuti prima dell’esposizione al sole e riapplicarla ogni due ore o più spesso se si nuota o si suda. Coprirsi. Per una maggiore protezione dal sole, indossare indumenti che coprano braccia e gambe. Indossare anche un cappello a tesa larga, che offre più protezione rispetto a un berretto da baseball. Si potrebbe anche considerare di indossare indumenti o accessori appositamente progettati per fornire protezione solare. Evitare letti abbronzanti. L’esposizione ai raggi UV da un lettino abbronzante provoca altrettanti danni alla pelle di un’abbronzatura acquisita dal sole. E poiché la radiazione di un lettino abbronzante viene assorbita in breve tempo, il processo di fotoaging è accelerato e aumenta il rischio di cancro della pelle. Controllare regolarmente la propria pelle e segnalare eventuali modifiche sospette al proprio dermatologo. Esaminare regolarmente la pelle, cercando lo sviluppo o la comparsa di nuove escrescenze della pelle o cambiamenti di macchie già esistenti, lentiggini e protuberanze. Con l’aiuto di specchi, controllare viso, collo, orecchie e cuoio capelluto. Esaminare anche le parti superiori e inferiori delle braccia e delle mani. LEGGI TUTTO

News

Le ultime novità sulla cheratosi attinica

26 Settembre: giornata di prevenzione con visite gratuite all’IDI di Roma

Visite gratuite a chi ha è già stata diagnosticata la cheratosi attinica  l’Istituto Dermopatico dell’Immacolata – IRCCS (Idi) di Roma sta organizzando una giornata di prevenzione dedicata a chi è[…]

Read more
18 Settembre 2019 0

Un farmaco utilizzato contro la cheratosi attinica potrebbe aumentare il rischio di cancro alla pelle

06/09/2019 – Il PRAC avvia la revisione dei dati sul cancro della pelle con Picato Il comitato di sicurezza dell’EMA (PRAC) ha avviato una revisione dei dati sul cancro della[…]

Read more
10 Settembre 2019 0
Vitamine - Cheratosi Attinica

Vitamine: il ruolo nella prevenzione delle macchie da esposizione solare

Vitamine e cura della pelle si muovono di pari passo. Seguire una dieta equilibrata permette alla nostra cute di ottenere l’insieme di micronutrienti necessari per attenuare i segni dell’invecchiamento e[…]

Read more
29 Maggio 2019 0