Come preparare la pelle al sole

Come preparare la pelle al sole

24 Aprile 2019 News 0
cheratosi attinica - preparazione abbronzatura

Siamo nel pieno della primavera, il periodo migliore per preparare la pelle all’esposizione al sole. Fondamentale non improvvisare: dedicare la giusta cura per seminare il terreno giusto per un’abbronzatura sana permette, infatti, di godersi in seguito le vacanze estive senza correre il rischio di scottature o eritemi solari, preservando la pelle da invecchiamento precoce e patologie, spesso potenzialmente pericolose come le cheratosi attiniche. Ecco qualche suggerimento.

Scrub per rigenerare la cute

Il primo passo per preparare la pelle al sole consiste nell’eseguire uno scrub esfoliante delicato per eliminare le cellule morte e rigenerare la cute di viso e corpo.

Pulizia accurata della pelle

Al fine di evitare scottature, la pelle – soprattutto quella del viso – necessita di essere pulita in profondità. Infiltrandosi nell’epidermide, gli agenti inquinanti e i metalli pesanti hanno infatti il potere di amplificare i danni provocati dal sole. Per evitare tali rischi, può essere utile applicare appositi prodotti.

Idratazione quotidiana

Prima dell’esposizione al sole è buona consuetudine idratare quotidianamente la pelle dall’interno – bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno – e dall’esterno, utilizzando creme ricche di sostanze protettive e rivitalizzanti, come l’acido ialuronico, la glucosamina e i fosfolipidi. In questo modo si evitano anche le screpolature che compromettono l’uniformità dell’abbronzatura.

Esposizione graduale

La pelle può essere preparata all’abbronzatura estiva pianificando un’esposizione graduale. Con il sopraggiungere della primavera, aumenta la voglia di stare all’aria aperta e godere dei primi tepori. Approfittare di questo periodo per fare passeggiate, lavorare o rilassarsi in giardino, praticare attività fisica outdoor può essere un buon metodo per abituare progressivamente la pelle all’esposizione diretta al sole, dopo l’astinenza dei mesi invernali. Importante non avere fretta, dosare i tempi, proteggersi adeguatamente dai raggi UV e dallo smog con prodotti specifici adatti al proprio fototipo.

Attenzione all’alimentazione

Come in molti campi legati alla salute e al benessere, l’alimentazione è essenziali per prepararsi all’appuntamento estivo con il sole. Cibi ricchi di acidi grassi Omega 3 come pesce azzurro, oli vegetali, frutta e verdura contenenti betacarotene come carote, pomodori, melone, verdure a foglia verde e cereali si rivelano validi alleati. Verdura e frutta, in particolare, sono fondamentali per fare il pieno di acqua, vitamine e antiossidanti.

Integratori a base di antiossidanti

Nel caso in cui, per svariati motivi, non si riescano a reperire i nutrienti esclusivamente con l’alimentazione, gli integratori fotoprotettivi forniscono all’organismo quegli elementi di cui si potrebbe essere carenti. È tuttavia imprescindibile assumerli solo dopo aver consultato il proprio medico o il proprio dermatologo. Un professionista sarà infatti in grado di consigliare i prodotti più adeguati a seconda delle caratteristiche della persona (peso e condizioni di salute) e del tipo di pelle (fototipo, stato di idratazione e il livello di invecchiamento cutaneo).

Gli accorgimenti da adottare non sono dunque molti ma, come tutte le buone abitudini, possono fare la differenza, mantenendo la pelle sana e protetta.